Righe Indie

Leggere righe tra le righe

Bikini Kill Festival agosto 3, 2010

Filed under: AMAVO,Bikini Kill Festival,Catania,Concerto,Indie,Live,Righe,rock,She Said What,Thony — righeindie @ 9:33 pm
Tags:

Quest’anno il Bikini Kill Festival, lascia il Salento e approda a Catania. Nella città della Consoli, c’è spazio per donne un po’ meno conosciute, ma con la stessa grinta . L’evento arriva ai Mercati Generali che, come gentiluomini d’altri tempi, sono pronti ad accogliere le adrenaliniche voci femminili di She said what?!, Thony e AMAVO. Nell’attesa di vederle sul palco, la luna ci ammicca come una Marlene Dietrich d’altri tempi, il posto si riempie di giovani Alex Kapranos nostrani, mentre le ragazze indossano il giusto stile vintage per non passare inosservate. C’è ancora poca gente quando Manuela e Anna, le genovesi meglio note col nome di She Said What?!, salgono sul palco. Il duo della Marsiglia Records è spietatamente naturale, ma con un’energia coinvolgente. L’indiesnobismo della platea che si era palesato alle prime canzoni, diventa puro movimento di braccia e corde vocali ai primi accordi di “Jules et Jim”. Divertenti i venti secondi di “Brodo di Gallina” che coinvolgono tutti i presenti, tra risate acute, basso nervoso ed i colpi di batteria che scandiscono ogni vibrazione acida che si aggrappa vorticosamente alle caviglie dei presenti. Ed è ancora festa, anzi Festival. Carezze sul viso e baci sulla pelle è quello che si prova ascoltando Thony. La giovane di origine siciliana che, ricordavamo molto più emozionata, nell’apertura dei concerti di Sara Lov, adesso la ritroviamo timida, ma più intensa, imbibita dello stesso calore della sua terra natìa. Emana eleganti sussurri che s’imprimono sul corpo e l’anima di ogni singolo partecipante. Esplode una palpabile aria di benessere . La gente affluisce sotto il palco, quasi in punta di piedi, per non distrurbare, per non distrubarla. La luna sembra sorridere e noi ci godiamo, in silenzio, le tachicardiche sensazioni dentro e fuori dallo sterno. È schiva, quasi eterea con la sua maglia bianca, saluta e lascia quello spazio di luci rosse come la lava di un’Etna silente, alle AMAVO. Il duo veneziano, Silvia Lovo (chitarra e voce) e Anna Lott (batteria) della fromScratch Records. Ilari e sensuali folletti dispettosi che si fanno contemplare dal pubblico per la massiva verve dall’accento lagunare, come l’imitazione del verso del pinguino e quello del tucano. Poi, alle prime corde pizzicate, al solo battito di palpebre s’assiste alla traformazione delle AMAVO. Voci che ci portano nel loro superbo Happymess. Arrivano “Carnival” e “Jellow” le cui note, rubano lo spazio alla stessa bellezza delle cantanti e il pubblico è in visibilio. C’è la voglia di guardarsi, c’è il desiderio di condividere, quel momento, anche con chi non è presente. Nelle loro melodico-dissonanti tetanie, ci fanno capire il perché siano lì: riot gggrls, essenza del Festival, organizzato da Nera Press, Bananas Repubblik, Italian Embassy , Idioteque BRAnd. La serata procede con estrogenici Dj Set, del calibro di Mary Sue & Mary Chain e Lady Killers e sorseggiando l’ennesimo mojito, si va alla ricerca di un due pezzi regalato durante la serata, sperando di indossarlo, l’anno prossimo, per il III Bikini Kill Festival.

 

She said what? 

She Said What?!

Thony 

Thony

AMAVO

 AMAVO

 

One Response to “Bikini Kill Festival”

  1. […] di una presenza dell’Embasseur, ci si affida alla narrazione che A+ del blog Righe Indie ha condotto nella successiva imminenza degli […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...