Righe Indie

Leggere righe tra le righe

Gli Spietati marzo 12, 2010

Filed under: Baustelle,Bianconi,Gli Spietati,Indie,mp3,Musica,Righe,rock,testo,Video — righeindie @ 1:07 pm
Tags:

Oggi, all’uscita del singolo dei Baustelle, siamo felici di affermare con assoluta convinzione che, è stato bello non “andarsene per sempre”. Spietatamente coinvolgente. Colpisce proprio, come pistole di un film western di Clint Eastwood, da cui prende il nome. Ci sono treni senza ritorno, altri presi con tutti gli sbarellamenti tipici di un viaggio carnale. Fazzoletti bianchi da sventolare alla stazione. Baci in bianco nero alla Doisneau. Tetaniche passioni imperfette, nel passato sempre presente. C’è un ritmo cardiaco inatteso, extrasistole sonore che, avviluppano il corpo di ricordi vividi che si riposano e poi ricominciano, come stazioni di scambio, pronte a svuotarsi e  nuovamente a riempirsi.  E’ tutto questo e molto di più, Gli Spietati che, anticipa l’uscita dell’album I Mistici dell’Occidente.  Se questo è l’inizio, i Baustelle non ci faranno rimpiangere il loro Sussidiario, anche perché, adesso, non siamo più tanto giovani.

 

Vivere così senza pietà
senza chiedersi perchè
come il falco e la rugiada
e non dubitare mai

non avere alcuna proprietà
rinnegare l’anima
come i sassi e fili d’erba
non avere identità

Gli spietati salgono
sul treno e non ritornano
mai più, non sono come noi
perduti antichi eroi
noi due che al binario ci diciamo addio…

non volere mai la verità
ottenere l’aldilà
navigare senza vento
migliorare con l’età

c’è un amore che non muore mai
più lontano degli dei
a saperverlo spiegare che filosofo sarei

Gli spietati salgono
sul treno e non ritornano
mai più, non sono come noi
falliti antichi eroi,
noi due che al binario salutiamo…

Gli spietati salgono sul treno e non ritornano
mai più, non sono come noi innamorati eroi,
noi due che al binario ci diciamo addio…

noi ci siamo amati
violentati
deturpati
torturati
maltrattati
malmenati
scritti lettere lo sai.

non ci siamo amati
divertiti
pervertiti
dimenati
spaventati
rovianati
licenziati
lo saprai

noi ci siamo persi
ritrovati
poi bucati
c’è un amore che mi lacera la carne
ed ancora tu lo sai

noi ci siamo amati
violentati
deturpati
c’è un amore che mi brucia nelle vene
e che non si spegne mai

noi ci siamo amati
violentati
deturpati
torturati
maltrattati
malmenati
scritti lettere lo sai.

 

3 Responses to “Gli Spietati”

  1. Pat Says:

    Ottimo, ottimo son proprio d’accordo con te =)

  2. righeindie Says:

    Secondo noi, è strepitosa! Vogliamo “provarla” su un treno, ci provocheremo una devastazione emotiva ai limiti del normale!!!😉
    Molto bella! attendiamo il disco con ansia!
    Grazie d’esser passati!
    Vi ri-aspettiamo!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...